Home Numeri Invia un racconto Chi siamo
 

PUBBLICA CON CARIE

Nonostante il nome, CARIE non vuole racconti che abbiano per forza attinenza con il mondo odontoiatrico: consideratevi liberi di scegliere il tema e il genere che più sentite vostro.

Non deve essere un racconto inedito. A noi non importa se è stato già pubblicato da qualche parte: se lo volete condividere ed è in linea con lo stile della rivista, è benvenuto!
Però non deve violare in alcun modo diritti di autore o di privativa o altri diritti di proprietà intellettuale di titolarità di terzi, per questo, in caso di pubblicazione, vi chiederemo di firmare una liberatoria.

Così come non ci piace richiedere che i racconti siano inediti non abbiamo nulla in contrario che lo stesso racconto possa essere presentato a più riviste contemporaneamente. Ci sembra però corretto che, nel caso di pubblicazione, ci avvisiate. In modo da evitare ai lettori (che, per fortuna non leggono solo noi) di ritrovare la stessa storia su riviste diverse in tempi brevi.

Invece se siete illustratori e volete collaborare con CARIE, potete prendere contatto via email, indicando nell'oggetto la vostra disponibilità.
Potete allegare un portfolio o indicare uno o più link a cui vedere i vostri lavori. La nostra coordinatrice artistica prenderà contatto e, dopo che vi sarete conosciuti,  e se del caso ritenuti idonei, vi invierà un racconto da illustrare quando ve ne sarà uno adatto alla vostra mano.

Troviamo molto bello che qualche scrittore abbia già un illustratore prediletto ma ci riserviamo di scegliere noi l'illustratore per i racconti. Perciò proponete pure l'accoppiata ma sappiate che ci riserviamo l'ultima parola.

Come operiamo:

La pubblicazione di un racconto  su un numero di Carie prevede quattro passaggi: lettura, primo voto, ammissione alla discussione, approvazione a maggioranza.

  1. I singoli redattori (Cariati) leggono tutti i racconti in ordine di arrivo.
  2. I Cariati votano per ammettere i racconti alla discussione. Il voto viene espresso in una scala decimale (come a scuola) e per passare alla discussione è necessario che il racconto ottenga una media dei voti che raggiunga il punteggio di 42 (media del 6 per i 7 redattori)
  3. I racconti che hanno raggiunto la sufficienza sono discussi dalla redazione
  4. I racconti che sono votati dalla maggioranza dei Cariati diventano pubblicabili (e ve lo comunichiamo il prima possibile). 

Tra i racconti votati come pubblicabili alcuni vanno bene così come sono arrivati, per altri la redazione potrebbe ritenere utile un editing, di modo da renderli più incisivi. In questo caso sarete contattati per una breve sessione in tele-presence (skype) oppure davanti a una birra (se abitate in zona). 

Vi chiediamo di limitarvi a mandare UN solo racconto perché, data la grande quantità di ottimo materiale vorremmo dare a tutti la possibilità di essere pubblicati.

I racconti selezionati, non saranno pubblicati in ordine di arrivo ma scelti per dare maggiore varietà al numero in uscita.

In caso di pubblicazione Carie vi invierà la liberatoria da compilare e rispedire via email. Vi avviseremo noi anche quando avremo deciso su quale numero sarà pubblicato il vostro racconto.

Dateci il tempo di leggere e, soprattutto, di trovarci per votare quali racconti accettare: se non vi abbiamo ancora risposto è perché il vostro racconto è ancora "in coda".

Come impostare il file:

Per velocizzare la lettura (e la successiva eventuale impaginazione) dei racconti ci fareste un regalo se nel file word usaste questa formattazione

  • 1 solo racconto;
  • titolo racconto;
  • (a capo) nome autore;
  • (a capo) testo racconto giustificato con i paragrafi senza rientro;
  • (a capo) in calce breve biografia e contatto email.

Riassumendo:

  • 1 solo racconto;
  • 20.000 battute massime (spazi compresi);
  • nell’oggetto dell’email specificare il nome del racconto il testo deve essere in formato .doc o .docx;
  • il nome del file deve avere questa forma:
    Cognome autore_titolo_del_racconto.doc oppure
    Cognome autore_titolo_del_racconto.docx;
  • nel file dovranno essere indicati nome, cognome, un recapito e-mail dell’autore e una breve nota biografica (indicate sempre i recapiti perché ci sia possibile ricontattarvi);
  • ll file dovrebbe essere impostato come richiesto sopra;
  • spedire a: carieletterarie@gmail.com